Come Ottenere un Mutuo.

Quando si ha in mente di richiedere un mutuo alla banca si ha immediatamente la paura che prima di vedersi soddisfatta la richiesta debba passare molto tempo. Questo molto probabilmente perché si è all’oscuro di quelli che sono i vari passaggi da affrontare per ottenere in maniera pratica ed efficace il mutuo.

Un mutuo non è altro che un contratto attraverso il quale una parte concede ad un’altra, in prestito o in credito, una somma di denaro. Solitamente il mutuo viene contratto con una banca quindi si deduce che il primo passo da fare sarà individuare l’istituto di credito cui fare affidamento per richiedere la somma di denaro necessaria. La ricerca di quello che si ritiene essere l’istituto finanziario ideale, è fondamentale, in quanto non tutte le banche possono offrire gli stessi vantaggi; la banca x può offrire un beneficio che la banca y non ha neanche preso in considerazione.

Prima ancora di richiedere il finanziamento, è però necessario effettuare un compromesso o una premessa di vendita, in quanto sarà sulla base di quest’ultima che verrà richiesto l’importo. In questo modo il cliente avrà modo di richiedere la somma necessaria.

Come ottenere un mutuo

Una volta che viene individuato l’istituto cui si intende fare richiesta di mutuo, dovrà essere compilata una domanda inerente la richiesta di finanziamento necessaria la quale deve essere completa in tutte le parti previste: i dati anagrafici del richiedente o dei richiedenti il finanziamento, la residenza, l’attuale abitazione (se in affitto, in proprietà o se presso terzi), il settore lavorativo/produttivo, il reddito netto mensile, il reddito netto annuale… La banca deve quindi potersi fidare nel momento in cui decide di erogare la somma richiesta e di concedere perciò il finanziamento.

L’istituto, abbiamo potuto vedere, ha bisogno di più informazioni possibili sul richiedente. Quindi si evince ci siano dei requisiti da soddisfare per l’ottenimento del mutuo sia dal punto di vista legale quali ad esempio la maggiore età e la residenza in Italia o la cittadinanza in uno Stato membro della comunità europea, sia dal punto di vista della solidità finanziaria e patrimoniale del cliente quali ad esempio il reddito netto del richiedente e dei suoi familiari desunto dalla dichiarazione dei redditi e il valore dell’immobile oggetto del finanziamento qualora il mutuo sia richiesto per l’acquisto di una casa.

Ogni banca ha i propri criteri per la valutazione dell’affidabilità del richiedente però ci sono documenti che sono obbligatori e dai quali la banca non si può astenere. Tali documenti riguardano l’anagrafe, lo stato civile e tutte le carte relative all’immobile.

Una volta che la banca ha ottenuto tutte queste informazioni, effettua una valutazione che in caso di esito positivo comporterà la concessione del finanziamento richiesto dal cliente. Quello che però è ritenuto un criterio fondamentale, e che è di estrema importanza per l’istituto erogatore, è la capacità di rimborso del soggetto richiedente. Per questo, generalmente, la tassa del mutuo viene calcolata in base al reddito del cliente di modo che non vada a incidere oltre il 30/35% del reddito netto mensile complessivo, al fine di non caricare eccessivamente il budget personale.

 

Foto biancolavoro

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.